Archivio delle News

21/04/2016 - "Legge Pinto", Fattura Elettronica, indicazioni, aggiornamento 21 aprile 2016
Si pubblica in allegato la dichiarazione da rendere ai fini del disposto pagamento, nei casi di beneficiari aventi titolo alla riconosciuta equa riparazione. Tale dichiarazione deve essere rimessa all'indirizzo di posta certificata dirigente.ca.laquila@giustiziacert.it. 

Per superare difficoltà emerse, si prega di rimettere, con detta dichiarazione, anche la fotocopia del documento di attribuzione del codice fiscale. L'invio deve essere assicurato con la massima sollecitudine, costituendo un presupposto necessario per l'emissione dell'ordinativo di pagamento

Eventuali chiarimenti possono essere richiesti all'indirizzo contabilita.ca.laquila@giustizia.it.
Inoltre, se il ricorrente è una società si richiede anche la visura camerale in corso di validità.

Qualora, invece, il ricorrente fosse deceduto oppure nel dispostivo le somme siano assegnate "jure successionis e pro quota" i ricorrenti sono tenuti a far pervenire una dichiarazione sostitutiva dell'atto notorio, la cui sottoscrizione deve essere autenticata nelle forme di legge (anche con fotocopia del documento d'identità del firmatario), con l'indicazione dei seguenti elementi:


  1. generalità completa degli eredi

  2. rapporto di parentela con il dante causa

  3. dichiarazione dell'avvenuta accettazione di eredità 


Si ricorda che, a seguito della novità normativa derivata dalla Legge ddi Stabilità 2016, i pagamenti per cassa o per vaglia cambiario sono possibili solo se di importo non superiore a 1.000 euro. Previsione che è immediatamente operativa per tutti i pagamenti da disporre anche su richieste precedenti.


Si aggiorna la modulistica pubblicata


Per la Fattura Elettronica si pubblica la nota indirizzata agli Ordini Forensi e agli Uffici Giudiziari del Distretto

fattura elettronica
dichiarazione aggiornata